Comunicazione
Curiosità
Design
INFO
Made in Threebù
Social
Tecnologia
Utility
Vada via al tool
Video

il selvaggio web

Tecnologia


Mi manca la mia presa per le cuffie, e la rivoglio

27 settembre 2018

Sono passati due anni da quando Apple ha rimosso la presa jack dall’iPhone e la mia vita (da utente di smartphone) non è più la stessa.

Senza dubbio, anche visto da oggi, il 2016 sarà considerato uno dei più tristi anni della storia recente. Un miliardario che è stato protagonista di un reality show è stato eletto presidente. Prince e Bowie sono morti. E, forse meno importante ma è pur sempre una perdita per la società, Apple ha eliminato il jack per le cuffie da 3,5 mm nell'iPhone 7 per un connettore Lightning.

In un settore in cui un amministratore delegato non può ordinare una piatto di quinoa senza verificare prima se e come l’ha fatto Apple prima di lui, il jack da 3,5 mm è scomparso dagli smartphone di fascia media e high-end quasi da un giorno all'altro. Google lo ha abbandonato . HTC lo ha abbandonato . Motorola lo ha abbandonato . Huawei lo ha abbandonatoXiaomi l'ha abbandonato . Sony l'ha abbandonato . Nokia (sono ancora in giro, sì!) lo ha abbandonato . Fino ad oggi, solo  LG e Samsung mantengono in vita questa opzione tecnologica, girano comunque voci che anche Samsung rinuncerà al jack da 3,5 mm sul prossimo Galaxy Note 10.

Molti probabilmente hanno pensato che ci saremmo abituati. Come una rana che si abitua a bollire lentamente nell’acqua  pian piano sempre più calda. Invece no! Due anni dopo aver perso il mio jack per le cuffie, sono qui per ricordare a tutti che non mi sono abituato, la mia vita da utilizzatore di smartphone è una pena.

 

[Foto sorgente: Apple]

Ai vecchi tempi (e con questo intendo qualsiasi momento prima di ottobre 2016), un paio di cuffie giuste era il paio di cuffie di fronte a te, o in tasca, o maciullate dentro una borsa. Non importava. Ora, ogni volta che ho bisogno fare una chiamata, mi trovo a cercare freneticamente l'unico paio di auricolari USB-C forniti con Pixel. Se non riesco a trovarli? Panico. Poi devo cercare il dongle da 2 pollici - sì, quella piccola appendice che si collega al telefono per restituirti un jack per le cuffie - e un vecchio paio di cuffie.

Dov'è quell'adattatore? È collegato al mio computer? È attaccato a un vecchio paio di cuffie? Qual’è un posto più saggio dove riporre questa appendice gommosa? Esiste forse un supporto o custodia per dongle da USB-C a 3,5mm di cui non so niente? Cosa consiglierebbe un qualsiasi guru tech? Gettare via l'adattatore o semplicemente buttare via il mio telefono? (Nota: NON buttare via l'adattatore. Poi ci vogliono altri 10 euro per sostituire quel pezzo di filo che varrà si e no 10 centesimi.)

 

La mia tribolazione quotidiana sul jack da 3,5 mm continua in macchina, dove ho sia chiavette USB-C che dongle lampo, perché iPhone e telefoni Android hanno porte diverse. In questi momenti, mentre cerco l'adattatore giusto tra le patatine fritte di McDonald's e altri oggetti non menzionatili, penso, se solo ci fosse una porta audio universale che entrambi potessero usare. . . tipo  . . .  non so . . . un vecchio spinotto che esiste da più di un secolo  . . . probabilmente ci saranno un trilione di cuffie con jack da 3.5 in giro per il mondo ora. . . quello farebbe mi farebbe sentire Spotify nella mia vecchia autoradio esattamente come questa roba nuova di zecca. Che mondo fantastico sarebbe!

Questa comunque non è nemmeno la situazione peggiore. L'ambiente peggiore dove perdere quel jack da 3,5 mm è in aeroporto. Eccoti lì, seduto per terra, il tuo aereo ha un ritardo di due ore e vedi che la tua batteria è al 30%. Teoricamente non dovrebbe essere un gran problema, trovi una presa o usi un power bank per ricaricarlo.

Ma con un connettore Lightning o USB-C, non è possibile ascoltare e caricare allo stesso tempo. Devi scegliere. 

Ok, ricarichi. Per cui la tua unica alternativa è quella di tirar fuori uno dei pochi, gloriosi pezzi di tecnologia rimasti nella tua vita che ha una presa jack da 3,5 mm, il tuo Macbook, sacrificando la salute delle tue ginocchia per ascoltare "Delicate" di Taylor Swift. Un attimo. Hai con te solo cuffie Lightning o USB-C. Queste nuove cuffie funzionano sul tuo computer? No!

Lo so, lo so, probabilmente stai leggendo questo articolo mentre sei su una Tesla col pilota automatico e con gli AirBuds alle orecchie, sorseggiando un caffè bello caldo. "Perché non prendi semplicemente delle cuffie Bluetooth?" Mi chiedi. Non ti racconterò di quante volte ho provato a usare le cuffie wireless e scoprire che erano scariche, perché qualsiasi apparecchio wireless è solo un'altra batteria di cui preoccuparsi.

Guarda. Le alternative non sono realmente il punto, in quanto non dovrebbero proprio essere necessarie. Un buon design non è pensato per funzionare in questo modo, per trovare alternative. La tecnologia dovrebbe sempre essere al servizio dell'utente, non viceversa. Non è che, siccome Apple ha avuto il "coraggio" di rimuovere il jack da 3,5 mm, la nostra vita è migliorata. Non è neanche rimasta la stessa, di poco, ma è un po' peggiorata.

Articolo originale di Mark Wilson su Fast Company 

[Foto di copertina: AbrahamAdeodatus / iStock]

 

Vuoi dire la tua?

Nessun commento